Tenere il cervello allenato per contrastare l’invecchiamento e allontanare le malattie collegate come le demenze e l’Alzheimer. Se ne parla sabato 9 mattina alle ore 10,50 su RA1.
Il cervello è un organo come tutti gli altri, con il passare degli anni invecchia e con lo stress può perdere tono e vivacità. Per mantenere vive le capacità cerebrali si deve fare esercizio, allenare il cervello, proprio come si fa andando in palestra a fare ginnastica. Con la ginnastica i mostri muscoli restano più funzionali e si allontana il rischio di ammalarsi, la stessa cosa accade per il cervello che ha anche bisogno di controlli e di prevenzione, come siamo abituati a fare andando dal cardiologo, dall’ortopedico o dall’oculista, ma non controlliamo mai il cervello. Insieme all’allenamento della mente occorre fare esercizio fisico per stimolare la circolazione del sangue e l’afflusso al cervello. Per avere una valutazione dello stato cognitivo 06 88814529 info@fondazioneigea.it.
Con l’aumento dell’età le malattie neurodegenerative sono in vertiginosa crescita: 47 milioni di malati nel mondo, che diventeranno 131 milioni entro il 2050. In Italia i malati sono oggi 1,2 milioni.
Per informazioni sul protocollo Train the Brain sviluppato al Consiglio Nazionale delle Ricerche e sul progetto La palestra del cervello, visita il sito internet www.fondazioneigea.it o telefona allo 0688814529

gg-5x1000-scritta

Per aiutare la prevenzione e la diagnosi precoce delle demenze e dell’Alzheimer, si può destinare il 5X1000 della dichiarazione dei redditi, basta scrivere il codice 97822960585 nel riquadro “sostegno del volontariato e delle altre…..” e firmare, non costa nulla.

Per fare una donazione che è detraibile dalle imposte, si può versare sul conto bancario: IBAN  IT92C0306903287100000004476

Stampare e consegnare al commercialista