Prevenire l’invecchiamento del cervello per una sana longevità è il tema della conferenza organizzata al Circolo degli Esteri il 30 gennaio 2020 alle ore 19.00. Lungotevere dell’Acqua Acetosa, 42 Roma. Per chi vuole partecipare è gradita la prenotazione presso la segreteria del Circolo.
Interverranno:
Giovanni Anzidei, Vice Presidente della Fondazione IGEA Onlus per la prevenzione e il contrasto delle patologie legate all’invecchiamento del cervello.
Gabriele Carbone, Responsabile Centro Demenze Italian Hospital Group.
Il cervello è un organo come tutti gli altri, con il tempo invecchia e con lo stress può perdere vivacità. Per mantenerlo attivo si deve fare esercizio proprio come si fa andando in palestra a fare ginnastica per prevenire l’invecchiamento e allontanare le malattie. La Demenza di Alzheimer è silente, per lunghi anni (15 – 20) distrugge i neuroni senza dare sintomi, per questo motivo molte persone che sono malate ancora non lo sanno, è quindi molto importante la diagnosi precoce che può individuare i soggetti a rischio prima che il corredo neuronale sia compromesso. Oggi la malattia di Alzheimer colpisce 40 milioni di persone nel mondo ( circa 1 milione in Italia) e si prevede una aumento esponenziale.
Questa patologia non ha ancora possibilità di cura ma è possibile diagnosticarla per prevenire e rallentare la distruzione del corredo neuronale. Il progetto Train the Brain è utile come prevenzione anche alle persone sane e alle persone che non presentano sintomi ma che potrebbero essere a rischio senza saperlo. Secondo il Ministero della Salute e l’UE è importante fare controlli, dopo i 50 anni. Il protocollo Train the Brain rappresenta una grande speranza e potrebbe essere un importante strumento a livello di Servizio Sanitario Nazionale, potendo garantire, oltre ad una riduzione della patologia, un significativo risparmio economico, alcuni anni di vita autonoma e dignitosa per i soggetti a rischio ed anni di vita serena alle loro famiglie, con importanti effetti sul piano sociale.
La Fondazione IGEA Onlus è impegnata a diffondere la cultura della prevenzione di questa terribile patologia e collabora con l’Università di Roma, il CNR e l’EBRI (European Brain Reseach Institute) fondato dalla Prof.ssa Rita Levi Montalcini. Obiettivo della Fondazione IGEA Onlus è far sapere ai cittadini che oggi l’Alzheimer è una patologia dalla quale ci si può difendere se affrontata in anticipo.
Si usa dire che con la prevenzione e con corretti stili di vita ciascuno di noi ha in mano ogni giorno il telecomando della propria salute futura.
Per maggiori informazioni sulla prevenzione, il contrasto e il possibile rallentamento delle patologie:
tel. 0688814529 – 3518746014
mail. info@fondazioneigea.it

Seguici su Facebook

gg-5x1000-scritta

Per aiutare la prevenzione e la diagnosi precoce delle demenze e dell’Alzheimer, si può destinare il 5X1000 della dichiarazione dei redditi, basta scrivere il codice 97822960585 nel riquadro “sostegno del volontariato e delle altre…..” e firmare, non costa nulla.

Per fare una donazione che è detraibile dalle imposte, si può versare sul conto bancario: IBAN  IT92C0306903287100000004476

Stampare e consegnare al commercialista