LA SETTIMANA MONDIALE DEL CERVELLO DALL’11 AL 17 MARZO 2019 INIZIATIVE IN TUTTO IL MONDO PER PROMUOVERE LA CONOSCENZA DELLA NOSTRA MENTE. A ROMA UN PROGRAMMA DI EVENTI GRATUITI APERTI AL PUBBLICO PROMOSSI DALL’EBRI

Roma, 8 marzo 2019 – Il progetto internazionale HBP (Human Brain Project) che mira a realizzare, attraverso un supercomputer, una simulazione del funzionamento completo del cervello umano per studiare terapie innovative alle malattie neuropsichiatriche, come l’Alzheimer, la Schizofrenia, la Depressione, sarà presentato dall’EBRI, (European Brain Research Institute – l’istituto fondato dalla Prof.ssa Rita levi Montalcini) lunedì 11 marzo alle ore 17.00 a Roma presso l’Università Sapienza viale Regina Elena, 295 edificio C.
Partecipano al progetto anche l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e l’Istituto Superiore di Sanità (ISS).
L’iniziativa rientra nelle attività della settimana internazionale del cervello (brain awarness week 2019 11 – 17 marzo), nell’ambito della quale l’EBRI, di cui la Fondazione IGEA Onlus è media partner, promuoverà conferenze, caffè scienza e incontri nelle scuole.
Il progetto, al quale partecipano 112 università e centri di ricerca in 22 paesi tra Europa, USA, Cina e Giappone è finanziato dalla Commissione Europea con un miliardo di euro, e realizzerà una simulazione completa del cervello con i suoi 100 miliardi di neuroni che interagiscono attraverso oltre 100 mila miliardi di collegamenti (sinapsi).
PROGRAMMA EVENTI EBRI PREVISTI A ROMA ALLA SETTIMANA DEL CERVELLO
Lunedì 11 marzo alle ore 17si inizierà all’Università di Roma “Sapienza” con il seminario EBRI aperto a tutti i cittadini “Simulare il cervello umano” sul programma europeo “Human Brain Project”, un ambizioso programma decennale finalizzato alla simulazione computazionale del cervello umano. I ricercatori EBRI, A. Cattaneo, E. Cherubini, C. Marchetti, S. Marinelli, G. Meli, insieme con i colleghi dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità) P. Del Giudice e M. Mattia, e dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) P. Paolucci, racconteranno come i dati sperimentali possano essere trasformati in modelli matematici per l’ambizioso progetto di ricreare in silico, cioè con strumenti informatici, il cervello umano e poterlo studiare in condizioni fisiologiche e patologiche.
Aula Magna Viale Regina Elena 295 Università Sapienza Edificio C.
Martedì 12 Marzo a partire dalle 19,30, si proseguirà con il caffè scientifico, “Restiamo connessi: a che punto è la ricerca scientifica sul cervello? In occasione della “brain awarness week 2019”, ci confrontiamo con i ricercatori sui progressi della ricerca su Alzheimer e Autismo” in diretta su“Radio 32“ agorà della salute (https://radio32.net/). Dalla Libreria Caffè “Lo Yeti” via Perugia 4 Roma Pigneto, i ricercatori parleranno della ricerca scientifica sul cervello, “come lo racconterebbero alla nonna”. Si focalizzeranno in particolare sui progressi della ricerca nel campo dell’autismo e della malattia di Alzheimer. Il pubblico della libreria caffè potrà intervenire ponendo delle domande.
Interverranno: E. Cherubini direttore scientifico fondazione EBRI e F. Malerba ricercatrice EBRI.
Venerdì 15 marzo 2019 ore 10 si chiuderà la serie di seminari con la lezione “Rita Levi-Montalcini e la scoperta di NGF” partecipata nella scuola di periferia “I.C. Antonio Rosmini”. Gli alunni delle terze medie ascolteranno la ricercatrice F. Malerba, che ha lavorato con Rita Levi-Montalcini, raccontare la vita della professoressa fondatrice dell’istituto EBRI e la sua scoperta, il fattore di crescita nervoso NGF, che le valse il premio Nobel per la medicina.
Scuola secondaria “I.C. Antonio Rosmini” Via Giorgio del Vecchio, 24, Roma
EBRI è partner ufficiale della “Dana Brain Awareness Week”. Tutte le attività EBRI sono state inserite nel calendario ufficiale BWA 2019. Per maggiori info:Sito: www.ebri.it
Facebook: https://www.facebook.com/FondazioneEBRI.RitaLeviMontalcini/
Ufficio stampa Giovanni Anzidei 3496615365
Per informazioni sul progetto della Fondazine IGEA Onlus di prevenzione contro l’invecchiamento del cervello, la perdita di memoria e le partologie collegate, visitare il sito www.fondazioneigea.it , anche su facebook.

gg-5x1000-scritta

Per aiutare la prevenzione e la diagnosi precoce delle demenze e dell’Alzheimer, si può destinare il 5X1000 della dichiarazione dei redditi, basta scrivere il codice 97822960585 nel riquadro “sostegno del volontariato e delle altre…..” e firmare, non costa nulla.

Per fare una donazione che è detraibile dalle imposte, si può versare sul conto bancario: IBAN  IT92C0306903287100000004476

Stampare e consegnare al commercialista