I modelli sperimentali per combattere l’Alzheimer, il Parkinson e la SLA, le patologie neurodegenerative che colpiscono oggi oltre 40 milioni di malati nel mondo che diventeranno 135 milioni entro i prossimi venti anni a causa dell’invecchiamento della popolazione mondiale, saranno illustrati la mattina di lunedì 21 gennaio 2019 all’Accademia dei Lincei. L’incontro, organizzato dal Linceo Maurizio Brunori, fa parte dei seminari che il Centro Linceo Beniamino Segre promuove per offrire agli studenti e ai professori delle scuole superiori una descrizione dei principali problemi di grande rilevanza e attualità che la nostra società deve affrontare, anche al fine di rendere più consapevole per gli studenti la scelta della facoltà universitaria
Il grave pericolo rappresentato dalle patologie neurodegenerative, per le quali non esistono cure, è stato affrontato dal vertice G7 tenutosi in Italia lo scorso anno e gli scienziati dei paesi partecipanti, riuniti all’Accademia dei Lincei, lo hanno definito uno tsunami che sta per abbattersi sull’Umanità. Le conseguenze socio-economiche sono preoccupanti, le sofferenze e i sacrifici per le famiglie e il conto economico per la società, che dovrebbe aumentare fino a parecchi trilioni di dollari USA l’anno, sembrano difficilmente compatibili con la situazione finanziaria dei nostri Paesi. La serietà del problema – hanno affermato gli scienziati – richiede una presa di coscienza responsabile e un’iniziativa globale che guardi al futuro. Una decisione politica risoluta non è più rinviabile dato che l’invecchiamento della popolazione mondiale è un processo inarrestabile.
Gli incontri del centro Linceo Beniamino Segre, diretto dal Linceo Mario Stefanini, hanno anche lo scopo di informare i ragazzi delle scuole superiori per rendere più consapevole la scelta della Facoltà universitaria.
Gli insegnanti che desiderino far partecipare gli alunni alla Lezione sono pregati di concordare preventivamente tali presenze con la Segreteria dell’Accademia dei Lincei (andrea.trentini@lincei.it – tel. 06 68027545).
info@fondazioneigea.it tel. 0688814529 www.fondazioneigea.it

gg-5x1000-scritta

Per aiutare la prevenzione e la diagnosi precoce delle demenze e dell’Alzheimer, si può destinare il 5X1000 della dichiarazione dei redditi, basta scrivere il codice 97822960585 nel riquadro “sostegno del volontariato e delle altre…..” e firmare, non costa nulla.

Per fare una donazione che è detraibile dalle imposte, si può versare sul conto bancario: IBAN  IT92C0306903287100000004476

Stampare e consegnare al commercialista