MINISTERO SALUTE: IL COVID È TENUTO IN VITA DA CHI NON RISPETTA LE REGOLE

Gen 12, 2021

Roma, gennaio 2021 - La diffusione della COVID-19 non accenna a rallentare perché il virus SARS-CoV-2 “è tenuto invita dalle persone che sono scettiche e non adottano le misure di prevenzione ”, lo ha comunicato il Prof. Gianni Rezza, Direttore Generale della Prevenzione del Ministero della Salute, in occasione del webinar “Vaccine Esitancy Forum Covid -19” organizzato dal CNR. Secondo Rezza “c’è una falsa percezione della malattia nella popolazione, molte persone sottovalutano il rischio e molte esitano a vaccinarsi”. La campagna di somministrazione dei vaccini contro la Covid potrebbe rallentare l’epidemia e dare risultati fra tre o quattro mesi, è infatti questo il tempo necessario per raggiungere una copertura di persone vaccinate (circa 70 %) considerata abbastanza ampia per frenare i contagi. Ma l’azione dei vaccini rischia di essere in parte vanificata dai contagi che proseguono negli assembramenti e tra le persone che non usano correttamente le mascherine. Nei principali paesi del mondo sono in distribuzione o in prossima approvazione vari vaccini ( finora la ricerca ne ha creati 7 ) mentre il SARS-CoV-2 sta mutando e mostra nuove varianti. Questo accade frequentemente nei virus e viene attentamente studiato nella pandemia che è causata da una malattia finora sconosciuta, che la medicina sta imparando a fronteggiare. Di fronte alle mutazioni, che finora non sembrano ridurre l’efficacia dei vaccini, occorre aumentare ancora di più le misure di prevenzione come stanno facendo quasi tutti i paesi, ma alle misure imposte dai governi occorre affiancare la responsabilità delle singole persone per difendere se stessi e tutti gli altri. Ci vorrà del tempo per vedere i risultati delle vaccinazioni e alleggerire la pressione del virus ma già un enorme risultato è stato ottenuto individuando il vaccino in meno di un anno, un risultato quasi miracoloso se si pensa che per tante altre epidemie sono occorsi anni di ricerca e non sempre è stato individuato un vaccino.

Per chi è interessato a conoscere cosa si sta facendo e cosa si può fare contro il virus, una approfondita guida è messa a disposizione dall’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani nel sito Internet https://www.inmi.it/wp-content/uploads/2021/01/coronavirus_comunicato_08_01-002.pdf

È E’particolarmente importante conoscere tutti gli aspetti del virus, gli studi in corso stanno mostrando che nelle persone colpite e poi guarite, il SARS-CoV-2 lascia spesso danni permanenti in vari organi. Il coronavirus oltre ad colpire i polmoni, tende a localizzarsi e ad aggredire anche il cervello e il sistema nervoso periferico. Il Prof. Giuseppe Remuzzi, Direttore dell’Istituto di Ricerca e Cura Mario Negri, spiega perché i malati di COVID 19 perdono l’olfatto e il gusto: “il virus ha un tropismo, cioè tende a localizzarsi ed attacca anche il sistema nervoso centrale e particolarmente certe terminazioni nervose periferiche che sono quelle responsabili del gusto e dell’olfatto e probabilmente ha anche addirittura un tropismo per il cervello”. Il virus mostra analoga capacità di localizzarsi e di danneggiare anche in altri organi importanti come il cuore, le reni e il fegato. Ricerche mirate sono state avviate a livello internazionale.

Condividi

LEGGI ANCHE

Il 22 Aprile anniversario della nascita di Rita Levi Montalcini è la Giornata della Salute della Donna La sua fondazione “EBRI” lavora per le ricerche su cervello importanti anche per gli effetti provocati dal COVID

Il 22 Aprile anniversario della nascita di Rita Levi Montalcini è la Giornata della Salute della Donna
La sua fondazione “EBRI” lavora per le ricerche su cervello importanti anche per gli effetti provocati dal COVID

Roma, 22 aprile 2021 - In onore della professoressa Rita Levi Montalcini il 22 aprile, data della sua nascita, è stato proclamato “Giornata della Salute della Donna”. Premio Nobel per la Medicina, Rita Levi Montalcini ha lavorato tutta la vita su due grandi obiettivi:...

leggi tutto
DAL PESCE AL FILOSOFO:  EVOLUZIONE DEL CERVELLO NEI VERTEBRATI

DAL PESCE AL FILOSOFO: EVOLUZIONE DEL CERVELLO NEI VERTEBRATI

“𝑫𝒂𝒍 𝒑𝒆𝒔𝒄𝒆 𝒂𝒍 𝒇𝒊𝒍𝒐𝒔𝒐𝒇𝒐: 𝒗𝒆𝒓𝒔𝒐 𝒖𝒏'𝒆𝒄𝒐𝒍𝒐𝒈𝒊𝒂 𝒅𝒂𝒓𝒘𝒊𝒏𝒊𝒂𝒏𝒂 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒎𝒆𝒏𝒕𝒆” è il tema della conferenza che terrà in streaming il Prof. Enrico Alleva, Accademico dei Lincei, il giorno 14 gennaio 2021 dalle ore 17 alle 18:30. Evento in diretta streaming al link...

leggi tutto